Maestri

Biografia del Ven. Khube Rinpoche (Shakya Tsering Tashi)
Il Venerabile Khube Rinpoche (Shakya Tsering Tashi) è nato a Khatmandù (Nepal) da genitori tibetani nel 1968. All’età di 12 anni fu riconosciuto come la reincarnazione del precedente 5° Khube Rinpoche, uno dei fondatori del Monastero di Khanang (Tibet), e un lama dedicato alla cura dei malati e dei disabili. All’inizio degli anni ’80, dopo avere perso entrambe i genitori, poco dopo il riconoscimento, Khube Rinpoche si trasferì a Bylakuppe, nel Sud dell’India, insieme al suo fratello più giovane, per intraprendere gli studi tradizionali di Filosofia Buddista all’Università Monastica di Sera.

Dopo soli 15 anni di studi intensi e disciplina rigorosa Rinpoche superò l’esame finale ricevendo il più alto titolo accademico di Ghesce Lharampa. Avendo completato il curriculum di studi classici Rinpoche ha poi proseguito i suoi studi al Collegio Tantrico del Gyume, completando la sua conoscenza filosofica con i riti e rituali del sentiero tantrico.

Rinpoche fu poi invitato in Italia a dare insegnamenti di filosofia buddista, dapprima in vari centri e poi concentrando la sua attività di insegnamento nell’Italia settentrionale. Nel 2000 ha aiutato a fondare il Centro Dharma Visuddha a Verona, poi nel 2003 altri studenti gli hanno richiesto di fondare il Centro Dharma Karuna a Modena. Attualmente Rinpoche è anche il Direttore Spirituale temporaneo del Centro Vajrapani di Bosentino.

Oltre ad insegnare ad un numero sempre crescente di studenti in Italia, Rinpoche si occupa anche di Karuna Home in India, un centro residenziale polifunzionale per i bambini disabili fondato nel 2004. Rinpoche è molto occupato, ma riesce comunque a venire in Italia regolarmente per portare avanti il programma di studio nei suoi e in altri centri nei quali è invitato, con sessioni di insegnamenti, conferenze e corsi di meditazione. Rinpoche è molto apprezzato per il suo stile fresco e diretto nel trasmettere i profondi e vasti insegnamenti del Buddha, e il suo metodo pratico e orientato alla vita quotidiana nel presentare gli aspetti filosofici.

Ven. Alak Rimpoce
Il Lama Alak Rinpoche è nato nell’India del Nord, ai piedi dell’Himalaya, nel 1971 da una famiglia di profughi tibetani fuggiti dalla loro terra a causa dell’invasione cinese, seguendo la fuga del Dalai Lama e dei più alti Lama Tibetani dopo il 1959. Fu riconosciuto nel 1978 da Trichang Dorje Chan Rinpoche, tutore anziano del Dalai Lama e massima autorità religiosa della scuola GhelugPa in quel momento, come nona reincarnazione del precedente Alak Tulku Rinpoche del Monastero di Chapung nella regione dell’Amdo con circa 500 monaci. Iniziò così, all’età di sette anni, la vita monastica Buddhista basata sui sutra presso l’Università Filosofica di SeraJhe nel sud dell’India. Qui, con l’esame di Dottorato (Ghesce LaRampa) nel 1999, ha concluso 25 anni di studio, di ininterrotti insegnamenti e iniziazioni dei più alti lama Tibetani, primo fra tutti il Dalai Lama.

Un ulteriore studio di approfondimento sul Tantra lo ha portato presso il Gyumed Tantrik College dove ha poi completato tutti gli studi della scuola GhelugPa. Insieme al suo attendente Ghesce Lobsang Samten ha deciso di creare una associazione culturale e umanitaria a Bologna in cui, oltre a dare insegnamenti, lavora per seguire personalmente una serie di progetti finalizzati ad aiutare sia la comunità tibetana in esilio sia la popolazione presso il suo monastero in Tibet.

Fra i suoi progetti principali ci sono: l’adozione di bambini a distanza; la costruzione di una casa d’accoglienza vicino all’Università di SeraJhe, per monaci fuggiti recentemente dal Tibet; portare nel suo monastero in Tibet aiuti per le necessità principali del dispensario e della scuola; dare la possibilità ai figli dei nomadi di studiare. Un altro progetto importante per Rinpoche è aiutare anche quei monaci dell’Università di SeraJhe che non hanno possibilità economiche sufficienti per studiare e per acquistare un semplice paio di sandali di gomma. Per questo Rinpoche ha come obbiettivo principale quello di instaurare rapporti con associazioni, centri culturali e istituzioni che abbiano a cuore la situazione tibetana e spiegare, attraverso incontri e conferenze, quanto ancora si potrebbe fare per salvaguardare la storia e la cultura di un popolo privato della propria terra.

.

Ven. Ghesce Tenzin Tenpel

Ghesce Tenphel è nato a Domo (Tibet), vicino a una provincia del Sikkim, stato federato dell’India, in una famiglia nomade di agricoltori. Nel 1959, a causa dell’invasione cinese del Tibet, la famiglia fuggì nel Sikkim e più tardi emigrò nel sud dell’India. Ghesce Tenphel divenne aspirante monaco all’età di nove anni, ma continuò a studiare nella locale scuola statale indiana, memorizzando le scritture buddhiste durante le sue vacanze. A 17 anni ottenne dalla famiglia il permesso di entrare nell’ Università monastica di Sera Je (trasferita dal Tibet nel sud dell’India), dove completò i 21 anni di formazione tradizionale scolastica. Ghesce Tenphel si è laureato con lode nel 1994, ottenendo il diploma universitario di Ghesce Lharampa, il dottorato più alto del buddhismo tibetano conferito nella tradizione Ghelug. In seguito ha studiato i tantra per un anno, nel collegio tantrico del Gyu-To, prima di essere invitato a partecipare a un tour internazionale dei monaci di Sera Je. Nel 1997 ha guidato, a Sera Je, un gruppo di monaci specializzati nelle pratiche meditative e rituali connesse alla divinità di meditazione Hayagriva.

Dal 1998 è Maestro residente dell’Istituto Lama Tzong Khapa, dove tiene numerosi corsi di buddhismo, brevi e di media durata (aperti a tutti), e lezioni sui trattati canonici nei diversi programmi di studio proposti dall’Istituto..

.

Ven. Ghesce Lobsang Tenkyong
E’ nato nella regione tibetana del Kham nel 1958. Costretto all’esilio in India, nel 1982 ha proseguito gli studi presso l’Università monastica di Sera Je divenendo un Geshe Lharampa, il più alto titolo di studi conseguibile all’interno della tradizione gelug-pa.

.

.

.

 

 

.Ven. Olivier Rossi
(Lobsang Jamyang)

Nato da madre francese e padre italiano, Olivier è cresciuto in Francia ma ha trascorso molte delle sue vacanze estive in Italia. Similmente a Birgit, è stato anche lui uno dei primi studenti del Masters Program a prendere l’ordinazione monastica, entrando così in fretta e con tale facilità nel ruolo di monaco che si dice “sia nato monaco”. Determinato a comprender i punti più difficili e intriganti, anche lui ha velocemente superato gli ostacoli iniziali dello studiare in lingua inglese. Olivier sente un amore innato per lo studio e la pratica del Dharma e lo prova passando le sue vacanze estive e natalizie seguendo corsi di Dharma o entrando in ritiro.

Da alcuni anni insegna corsi di fine settimana nei vari centri di Dharma in Italia dove è molto apprezzato per le sue qualità di insegnante ma anche per la sua semplicità e affabilità. La sua devozione e rispetto per Ghesce Campa Ghiatso fa si’ che non desideri altro nella vita che continuare a studiare e lavorare per il suo prezioso maestro. Olivier condurrà le classi di revisione e i gruppi di discussione in italiano, sarà inoltre coinvolto nello svolgimento dei ritiri di meditazione.